2 Giugno 2020: la Resistenza non si ferma!

Lo avevamo annunciato che non saremmo restate e restati con le mani in mano ed infatti abbiamo festeggiato la Repubblica Libera Partigiana. Siamo tornati a Pàlcoda, in Val Tramontina, a ripercorrere i sentieri che furono partigiani e a cancellare, di nuovo, l’ennesimo scempio sul murales che li ricorda.

Una trentina di persone fin dalla mattina hanno ripercorso, partendo da Tramonti, la strada che porta al borgo abbandonato che diede rifugio a decine di partigiani tra cui il comandante Giannino Bosi “Battisti”, la partigiana Jole De Cillia “Paola”, il partigiano Eugenio Candon “Sergio” ed Edo del Colle “Jena” che in queste valli furono uccisi tra l’8 e il 9 dicembre 1944. Abbiamo ricordato, tra le stesse pietre, cosa spinse quei giovani a condurre vite precarie, erranti, partigiane, incrociando così i nostri sguardi e desideri dopo troppo tempo. I numerosi antifascisti da tutta la regione hanno poi raggiunto la brigata artistica di Zone Libere, che nel frattempo ha cancellato e reinterpretato gli sfregi fascisti al murales e dato vita ad un pranzo partigiano abbracciati da una splendida giornata di sole.

La nostra gioia partigiana è stata come sempre la migliore risposta alla triste e vigliacca esistenza dei fascisti di ieri e di oggi.

Qui eravamo, qui restiamo e qui ripartiamo con i prossimi progetti! La Resistenza continua: Viva le Repubbliche partigiane!

Leggi tutto “2 Giugno 2020: la Resistenza non si ferma!”

2 GIUGNO 2020: LA RESISTENZA NON SI FERMA!

Domani è il 2 giugno: festa delle Repubbliche partigiane.
Vista l’attuale situazione non ci è possibile replicare la riuscita giornata dell’anno scorso dove è stata scattata questa foto.
Questo è solamente un arrivederci e a presto. Nel frattempo ovviamente non staremo con le mani in mano. 
A breve aggiornamenti.
Viva le Repubbliche partigiane! ????


2 Giugno 2020: la Resistenza non si ferma!Lo avevamo annunciato che non saremmo restate e restati con le mani in mano…

Julkaissut Zone Libere Partigiane Keskiviikkona 3. kesäkuuta 2020

Inaugurazione Davour la mont

All’inaugurazione di Davour la mont di ieri c’è stata una partecipazione meravigliosa.
Un luogo importante, fondamentale della resistenza friulana è stato riportato alla luce dal lavoro determinato della sez. Anpi dello spilimberghese e da una indefessa brigata di lavoro volontario…
Anche da qui (ri)partiremo per il progetto “luoghi e sentieri” partigiani.
…Per la conquista del terren…

All'inaugurazione di Davour la mont di ieri c'è stata una partecipazione meravigliosa.Un luogo importante, fondamentale della resistenza friulana è stato riportato alla luce dal lavoro determinato della sez. Anpi dello spilimberghese e da una indefessa brigata di lavoro volontario…Anche da qui (ri)partiremo per il progetto "luoghi e sentieri" partigiani….Per la conquista del terren…

Julkaissut Zone Libere Partigiane Maanantaina 30. syyskuuta 2019

Forni di sotto/ Il canto delle rondini

In anticipo sulla Festa della Repubblica Partigiana del 2 giugno 2020 (o 70 giorni dopo quella del 2019), il coro multietnico Canto Sconfinato a Forni di Sotto per ricordare l’incendio nazifascista di 75 anni fa. Dopo 75 anni ancora si parla di razze e si alzano barriere e si preparano campi:

restiamo umani, cantiamo insieme!

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Kobariška republika, la prima repubblica partigiana

È uscito il nuovo libro di Zdravko Likar in occasione del 75-esimo anniversario della Repubblica di Caporetto (Kobariška republika), zona libera che, dopo la caduta di Mussolini e la resa dell’Italia, tra settembre e novembre 1943 per quasi due mesi ha riunito il territorio del Collio, Alta Valle dell’Isonzo, Benecia e Resia.

Luciano Marcolini Provenza ne parla su Patria Indipendente la rivista online dell’ANPI.

È la Repubblica di Caporetto, istituita il 10 settembre 1943 e durò fino all’offensiva tedesca dei primi di novembre del 1943. Per ben 52 giorni il territorio liberato (circa 1.400 chilometri quadrati) popolato da circa 55mila abitanti si organizzò come uno Stato.
Leggi tutto “Kobariška republika, la prima repubblica partigiana”